Andiamo a fare la spesa!

Andiamo a fare la spesa!
23 Febbraio 2017 Lucia

Via Macelli di Soziglia, nel centro storico di Genova, è la strada dello shopping alimentare; il susseguirsi di macellerie, pescherie, fruttivendoli, panifici, rosticcerie, pollerie, etc. richiama non solo gli abitanti della zona, ma anche chi, arrivando da più lontano, cerca gli ingredienti giusti per preparare un delizioso pranzetto.

Voglio parlarvi in particolare di due negozi che costituiscono un punto di riferimento per i Genovesi.

La Bottega dello stoccafisso fu aperta nel 1936 e dal 1977 è gestita da Lorenzo Valle e dal figlio. Qui, appesi alla parete di fondo, fanno bella mostra di sé gli stoccafissi (merluzzi essicati) che arrivano dalla Norvegia, mentre il miglior baccalà (merluzzo salato) arriva dall’Islanda. Importato dal Nord Europa già alla fine del ‘400, lo stoccafisso, inizialmente tra i piatti penitenziali nei giorni di magro durante la Quaresima, diventa nel secolo successivo leccornia per i buongustai: la ricetta dello stoccafisso accomodato con patate e pinoli non manca in nessun ricettario di cucina ligure tradizionale. E che dire delle frittelle di baccalà? Se la pastella è fatta a regola d’arte e la frittura è perfetta, sono morbide dentro e croccanti fuori, una vera delizia!

Percorrendo via Macelli di Soziglia, all’angolo con vico Inferiore del Ferro si trova la Antica Polleria Aresu, inserita nel novero delle Botteghe storiche di Genova.

Aperta nel 1910, conserva ancora l’originale bancone in marmo di inizio ‘900, le porte in legno e acciaio delle antiche celle frigorifere dove si mettevano i blocchi di ghiaccio e le piastrelle coi decori liberty; sembra di fare un salto in un’altra epoca. Quattro generazioni si sono succedute qui e gli attuali proprietari sono sempre disponibili a suggerire qualche ricetta appetitosa.

Tutti gli avventori si stupiscono poi di fronte allo specchiauovo: un oggetto particolare di marmo, a forma di cilindro, entro il quale un tempo si posizionava una candela (oggi una lampadina) per guardare in controluce le uova e verificarne la freschezza: se la dimensione della camera d’aria è piccola, l’uovo è fresco .

Io adoro fare la spesa nei piccoli negozi, dove si scovano ingredienti genuini e spesso introvabili altrove, si chiacchera coi gestori e con gli altri avventori e, a volte, si carpiscono trucchi e segreti per realizzare ricette perfette!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*