Gironzolando per Ellera

Gironzolando per Ellera
20 Febbraio 2019 Lucia

Qualche giorno fa sono capitata ad Ellera, una piccola frazione di Albisola Superiore.

Ellera è un posticino delizioso lungo la SP 2 che segue il corso del torrente Sansobbia .

 

 Ellera, la Galleria all’aperto della Ceramica d’Arte

 

Oltrepassato un ponte sul torrente si arriva in questo paesino dove, in occasione del Festival della Maiolica che si tiene annualmente tra Albisola e Savona, sono stati murati, anno dopo anno, pannelli ceramici sulle facciate  delle case creando così  una “Galleria all’aperto della ceramica d’arte”. Dal 2012 artisti italiani e stranieri hanno creato dei pannelli con soggetti e stili assai diversi creando un’esposizione eclettica tutta da scoprire.

 

C’è il pannello surrealista dell’artista brianzolo Tony Tedesco che propone il suo Lungomare Adimensionale.

 

Ci sono gli alberi umanizzati ed ironici dello svizzero Timour Lam.

 

Ci sono le macchie cromatiche proposte dal genovese Luciano Fiannacca.

C’è il rilievo del cagliaritano Stefano Soddu, che è passato recentemente dalle sculture in lamiera di ferro a cimentarsi con la ceramica, ottenendo interessanti risultati.

E poi ce ne sono tantissime altre che si scoprono man mano, passeggiando tra le strette viuzze.

 

 Non solo ceramiche ad Ellera

 

Ma ad Ellera non ci sono solo le ceramiche artistiche. Poco prima dell’abitato, su uno sperone roccioso affacciato sul torrente Sansobbia sorge la chiesa di S. Maria Maddalena, costruita a fine ‘500, affiancata un edificio più antico, risalente al X secolo.

Ellera

E poi ci sono i mulini: lungo la vallata , da metà ‘600 fino agli inizi del ‘900, venivano qui macinati i materiali per la produzione delle vernici da utilizzare nelle botteghe dei ceramisti.  Uno di questi mulini, all’ingresso di Ellera, è oggi trasformato in ristorante, e con la sua possente struttura da’ il benvenuto nel paesino.

 

 

Il paese sorge nel fondovalle presso la confluenza del torrente Sansobbia con il rio Montegrosso, è circondato da prati e campi che salgono sulle colline circostanti, un dolce paesaggio che rievoca i versi di Angiolo Silvio Novaro:

un giovane ruscello
color di perla, che alla vecchia valle
tra molli giunchi e pratoline gialle,
correva snello;

 

 

Ellera

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*