Gita ai Laghi della Tina

Gita ai Laghi della Tina
11 Ottobre 2020 Lucia

Vi racconto la bella camminata che ho fatto fino ai laghi della Tina. È un percorso senza troppo dislivello, su un sentiero che attraversa un paesaggio bellissimo.

 

La partenza

Il sentiero che conduce ai Laghi della Tina parte sopra Arenzano; superato l’Ospedale della Colletta, poco oltre una farmacia sul lato a monte della strada vi è un bivio in salita: seguendo le indicazioni per il ristorante Agueta du Sciria si arriva al punto di partenza. Il sentiero parte pochi metri dopo il ristorante, in località Agueta.

 

 Il percorso

Il sentiero, che inizialmente è un po’ soffocato dalla vegetazione, si sviluppa poi in uno scenario  aperto e sale tra le rocce e la vegetazione mediterranea. In lontananza si vede il mare. La salita è costante ma non troppo ripida e faticosa!

 

Ad un certo punto si arriva al Passo Gua, segnalato da un pietrone sul percorso; qui ho seguito  dritto, evitando i sentieri a destra e sinistra.

A tratti si cammina in un bosco, a tratti in un ambiente più aperto; finalmente si arriva destinazione, in circa un’ora (io ci ho messo di più perché mi sono fermata a fare un milione di foto!).

I Laghi della Tina

In realtà sono tre laghetti, collegati da piccole cascatelle. Il nome “della Tina” è piuttosto curioso e pare che derivi dai contenitori alti e stretti che venivano usati anticamente nelle cartiere: le tine. Il più profondo dei tre laghetti raggiunge quasi i 6 metri: è alto e stretto come le antiche tine.

L’acqua è davvero invitante e la tentazione di un tuffo è forte, ma per questo bisognerà aspettare la prossima estate!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*