Perdersi nel Labirinto Luzzati

Perdersi nel Labirinto Luzzati
10 Settembre 2019 Lucia

Entrare nel Labirinto Luzzati a Palazzo Ducale è sentirsi come Alice nel Paese delle Meraviglie: ci si stupisce ad ogni angolo di un mondo fantastico.

Chi, come me, è cresciuto leggendo il Corriere dei Piccoli, proverà un velo di nostalgia vedendo il costume del Signor Bonaventura che dà il benvenuto alla mostra.

 

Lele Luzzati è stato un artista poliedrico e, passando dal teatro al cinema, dalla ceramica al design, ha proposto quell’inconfondibile mondo di colori e magia che anima ogni sua opera.

Per il teatro ha creato scenografie e costumi lavorando nei più importanti teatri del mondo con moltissimi registi; le sue scenografie ed i suoi costumi raccontano, ancor prima delle parole degli attori e dei gesti dei ballerini, storie magiche e fantastiche in un tripudio di colori e in uno sfavillio di ori.

Spesso Luzzati diceva che si divertiva lavorando, ed è facile credergli: si prova lo stesso divertimento a guardare i bozzetti, le maquettes ed i disegni dei suoi lavori.

Bellissimi sono anche i suoi famosi disegni animati che gli valsero ben due candidature agli Oscar.

E poi c’è il Luzzati ceramista, che con le sue terrecotte ci proietta in un mondo di favole incantate.

Lele Luzzati ha lavorato anche per creare decorazioni utilizzando materiali e tecniche diversi, inserendosi nell’ industria di allestimenti navali– chissà se nel suo DNA di Genovese c’era un certo legame col mare…

Il percorso espositivo ci parla anche delle sue attività meno note: Luzzati strizza l’occhio alla moda, al design e alla pubblicità, proponendo sempre la sua visione del mondo che sembra essere quella di un bambino ingenuo e divertito.

 

La mostra su Luzzati è un vero e proprio labirinto dove è piacevolissimo perdersi come in un dedalo di meraviglie: vi consiglio proprio di farci un salto!

 

La mostra Labirinto Luzzati è a Palazzo Ducale a Genova fino al prossimo 3 novembre.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*